Home I Finalisti 2016
- FINALISTI 2016 PDF Stampa E-mail

Questi i finalisti selezionati dalla Giuria. 

X edizione - anno 2016:

Francesco Paolo Maria Di Salvia - La circostanza (Marsilio)
Giovanni Fiorina - Masnago (Marsilio)
Francesco Leto - Il cielo resta quello (Frassinelli)
Marco Marsullo - I miei genitori non hanno figli (Einaudi)
Simona Morani - Quasi arzilli (Giunti)
finalisti

 

Francesco Paolo Maria Di Salvia

Biografia

Francesco Paolo Maria Di Salvia è nato a Salerno nel 1982. Vive a Praga. Suoi testi sono stati selezionati per Subway Letteratura, La gettoniera di vibrisse, Esor-dire. Ha vinto il XXXII Concorso Nazionale per il Racconto Sportivo del CONI. Laureato in Arti e Scienze dello Spettacolo con una tesi in Letteratura Italiana Contemporanea sulla Dissipatio H.G. di Guido Morselli, e diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, ha lavorato nei reparti di produzione, sceneggiatura e regia di cinema e tv. Attualmente è freelance nel settore IT e si occupa di web semantico, contenuti e traduzioni. La circostanza è il suo primo romanzo, e ha vinto la Menzione speciale della Giuria alla XXVII edizione del Premio Calvino.

di_salvia

La circostanza


Nei Saraceno, una famiglia salernitana di industriali del caffè (dal 1880: “L’aroma che non si dimentica”), convivono due anime in apparente contrasto: il capostipite del ramo "buono" è Franco, proprietario della Caffè Saraceno, industriale di successo. Sua sorella Lulù dà invece vita al ramo “giusto”, con l’immacolata concezione di Italo Saraceno, futuro eroe della Resistenza e Senatore del PCI. Attivissimi e inconsapevoli, i "buoni" e i "giusti", in quasi cinquant’anni, senza quasi dialogare tra loro, scottati da vecchi rancori che nemmeno ricordano più, contribuiscono a determinare la storia italiana e il suo futuro, ognuno a suo modo, con le proprie ipocrisie: la sottomissione alla Famiglia, alla Chiesa, allo Stato, ai Partiti e a ogni sorta di Verità Rivelata, dall’orientalismo ai metodi contro l’impotenza.
La circostanza è un romanzo del quale l’Italia – questo Paese così incosciente del proprio passato – aveva bisogno. In una narrazione densissima e travolgente Francesco Paolo Maria Di Salvia condensa mezzo secolo di storia patria e di storia del partito che, più di tutti, è stato capace di sprecare le occasioni che ha avuto per cambiare lo status quo.

La_circostanza



 
Sito realizzato da Centro Multimediale snc - Zocca (MO) - CMS Joomla